Mercoledì, 28 Febbraio 2024

SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 11° - Numero 30

UNA SPOSA COUNTRY CHIC PER JUSTIN ALEXANDER

Share Button

JUSTIN ALEXANDER 2016 (32)Il designer americano Justin Alexander ama molto l’Italia e ha scelto uno stilista pugliese per “tradurre” la sua creatività in abiti adatti proprio al nostro mercato. Parliamo di Paolo Fumarulo, che ci ha accolto nella grande sala dell’Hotel Principe di Savoia di Milano per raccontarci le mille spose di questo marchio che si sta imponendo anche da noi. Sono ben cinque le linee prodotte; le prime due, Justin Alexander e Signature, sono quelle che si caratterizzano per il design: lo stile è anni ‘50, con abiti corti oppure lunghi accodati con coda staccabile, molte le trasparenze, i ricami sono molto preziosi e lavorati a mano, le nuance sono cangianti laddove c’è sovrapposizione di tulle, le decorazioni sono realizzate con perle o con materiali oro; le code sono sempre più lunghe e le linee a sirena si stanno facendo strada anche in Europa adesso; i ricami e i pizzi (chantilly e rebrodé) sono sovrapposti, gli abiti scivolati sono realizzati in chiffon di seta, le scollature sono profonde sulla schiena. Quindi code, trasparenze, scollature e sovrapposizioni di tessuti e pizzi sono le caratteristiche fondamentali di queste due linee di haute couture. Le altre linee sono più semplici, realizzate con tessuti ricercati ma più economici, pur essendo identici i volumi. Il pizzo macramé, per esempio, è quasi vellutato, più soft lo definisce Paolo. Gli abiti sono romantici, a vita alta, presentano balze asimmetriche, volumi fluidi e molto morbidi. Ci colpisce, però, in particolare la linea Lilian West che per il 2017 si veste da hippie e propone una sposa country-chic, amante della natura e dei fiori. Gli abiti, qui, sono decostruiti e donano una sensazione di freschezza e libertà alla sposa, che può indossare balze di pizzo e ricami floreali a filo che rendono la natura totalmente protagonista.

Lucia Nachira

Leggi anche:

WEDDING DRESS CODE: concessioni e divieti secondo il Galateo
La luce di un sogno, la sposa di Luisa...
Amelia Casablanca disegna l'Imperatrice delle spose!
Lascia un commento