Martedì, 18 Giugno 2019
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 7° - Numero 23

Carlo Pignatelli: la storia di un sogno, la storia di ogni donna

Share Button

Lo aveva detto l’anno scorso: il traguardo dei 50 anni di carriera è solo il punto di ripartenza. E così è stato!

Il grande Maestro couturier Carlo Pignatelli è tornato sulla scena bridal più forte che mai, costruendo una collezione 2020 da manuale di ricerca sartoriale. Nel suo showroom milanese, in occasione della settimana della moda sposi, ha presentato le sue nuovissime linee frutto dell’altrettanto nuovissimo corso della Maison torinese. Linee studiate per avvolgere la donna di oggi, che vive la sua quotidianità, la sua mondanità e il suo essere social. La storia di un sogno celebrata nel 2018, in occasione del 50esimo anno di attività, diventa oggi la storia di ogni donna che si fa sposa e decide che il suo sogno vuole proprio indossarlo! Ecco come nascono le collezioni 2020 del brand, che oggi portano anche la firma del Direttore creativo Francesco Pignatelli.

Nello showroom Carlo Pignatelli, nel cuore di Milano, l’universo femminile è stato celebrato con una collezione mostrata in anteprima agli ospiti intervenuti, tra i quali spiccavano proprio quelle donne eleganti e sofisticate, dal carattere social che le porta spesso in primo piano a eventi internazionali nei quali indossano le creazioni del couturier. Tra gli altri Natasha Stefanenko, Juliana Moreira, Bianca Atzei, Clizia Incorvaia, Alice Sabatini, Valentina Melis, Giulia ArenaMassimiliano Varrese, Alessio Bernabei, Jonathan kashanian hanno ammirato la nuova couture di Carlo Pignatelli in cui una summa di lavorazioni pregiate, di tagli impeccabili e di texture preziose tracciano il solco di uno stile femminile nuovo, dove la tendenza si unisce all’heritage facendosi eccezione. Opere d’arte sartoriali da indossare seguendo le fascinazioni di uno stile fatto di dettagli unici, di inserti lussuosi, di volumi dinamici, pensati per donne che sono sempre sul palcoscenico della vita, nei momenti privati come in quelli più social. Abiti capaci di creare momenti speciali come quelli che le protagoniste di questo evento hanno condiviso sui canali social di Carlo Pignatelli con il racconto delle loro storie d’amore e di sogni, capaci di rendere la serata ancora più unica.

Nel regno incantato di Carlo Pignatelli abbiamo respirato un’aria di estrema ricerca, dapprima concettuale, poi stilistica. Questa collezione è stata davvero molto pensata nelle menti dello staff, che ha voluto imprimerle un chiaro significato di modernità, rivolgendosi a una donna mondana e social, indipendente e ricca di spiccata personalità. Il risultato finale è esplosivo e porta il nome delle due linee: Carlo Pignatelli Couture e Fiorinda.

In Carlo Pignatelli Couture la sposa è naturalmente sofisticata, predilige creazioni da sogno declinate in tessuti pregiati. Le lavorazioni uniche, dallo straordinario effetto visivo, sono capaci di interpretare e personalizzare l’eleganza ricercata della proposta per il giorno del sì. Prioritaria è l’attenzione ai particolari e ai dettagli, a volte rubati al guardaroba maschile e rivisitati. Ogni capo è una piccola scultura, leggera ed eterea al tatto, dove trasparenze e dettagli esaltano la femminilità. I materiali variano a ogni applicazione: georgette jacquard, cloquet, fil coupè, organza opalescente e satin double, reinterpretati attraverso lavorazioni plissé soleil, organetto e pighe piatte e ricami sontuosi realizzati con pietre dure, perle e Swarovski. Ogni abito è davvero un capo unico al mondo, esclusivo e irripetibile, trasuda studio e ricercatezza, riempie gli occhi di chi lo ammira e realizza il sogno di chi lo indossa.

La collezione Fiorinda è estremamente fluida e attuale: classici abiti in tulle si alternano a tailleur con pantaloni, gonne, tute, abiti corti e leziosi, bluse e kimono di pizzo; i dettagli sono iper-femminili, giocano con gli inserti di marabout, le cinturine ricamate, i bordi vintage bon ton e le trasparenze; le maniche conoscono volumi inediti, a sbuffo, a guanto, a mantella, a tratti ricordano il gioco delle mostrine; i materiali scandiscono il ritmo, envers satin dall’effetto mosso quasi sablè, georgette, pizzi rebrodè, full pailletted, bordi macramè, frange a nappa e intarsi ricamati. Il risultato è giovane, a volte androgino quando richiama i tailleur e i gilet maschili, e rimanda a una sensualità fresca.

L’entusiasmo respirato nello showroom Carlo Pignatelli è di quelli dei grandi eventi, perché lanciare una collezione così elitaria e particolare è motivo di orgoglio e soddisfazione, segna inoltre un punto di svolta e di rinascita (semmai ce ne fosse stato bisogno) per un brand che ha fatto la storia del Made in Italy e che ha voglia di riscriverne un’altra, ancora più bella!

Lucia Nachira – Ph. Carlo Pignatelli

Leggi anche:

LUCIANO SOPRANI FIRMA LA SUA PRIMA COLLEZIONE SPOSA
RADIOSA COME UNA SPOSA, ROMANTICA COME UNA DONNA
APPASSIONATA SPOSA DI LE VOILE BY RIOS
Lascia un commento