Lunedì, 25 Settembre 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 41

Una sensuale Creazioni Elena a Milano!

Share Button

Varchiamo, per la prima volta a Sì Sposaitalia Collezioni, la soglia dello stand di Creazioni Elena, marchio salentino che ha fatto la storia dell’abito da sposa con i suoi trent’anni di presenza sul mercato, e che da quest’anno ha deciso di mettersi in gioco a livello internazionale.
Due le linee presentate a Milano, la storica Creazioni Elena e la recente Jacqueline, entrambe frutto della creatività di Nadia Orlando e dell’operosità delle sarte d’un tempo. Creazioni Elena si rivolge a una sposa sofisticata, presenta delle linee classiche e molte sensuali trasparenze, oltre a scollature, ricami e pizzi pregiati. Jacqueline, invece, è più semplice e lineare, nasce per accontentare una sposa romantica che vuole un abito principesco ma allo stesso tempo essenziale; per questo il pizzo lascia spazio a un tessuto liscio, senza rinunciare all’eleganza.
Ne parliamo proprio con la matita creativa del brand, Nadia Orlando, che abbiamo avuto il piacere di intervistare per la prima volta:
Quali sono le vostre linee?
Abbiamo Creazioni Elena che è la linea di fascia alta e che ci contraddistingue storicamente, pregiata, molto ricamata e ricercata, con tessuti come il pizzo francese e ricami realizzati a mano in azienda… E poi la linea Jacqueline, la seconda linea di Creazioni Elena, prodotta sempre da noi, dal tono più accessibile. Tengo a sottolineare che noi pratichiamo per entrambe il Made in Italy, anzi, il Made in Salento!
Quali sono le tendenze per la sposa 2016?
Le nuove tendenze dettano linee fascianti, a sirena, che accarezzano il corpo senza esasperare troppo le forme.
Gli abiti a sirena sono adatti solo alle donne magre?
No, assolutamente, la linea a sirena non è aderente, è semplicemente più asciutta.
Che tipo di applicazioni utilizzate nel vostro atelier?
Applicazioni macramè, pizzo francese, ricami, morbido tulle con effetto mano seta.
C’è uno studio approfondito dietro al vostro lavoro?
C’è uno studio continuo, personalmente sono sempre alla ricerca dello stile, attraverso i rivenditori ascolto quello che le spose cercano, mi adeguo a quelle che sono le esigenze del mercato, tutto con la massima attenzione e modestia perché le persone oggi sono molto informate e noi dobbiamo essere pronte prima di loro a saper rispondere.

Lucia Nachira
Foto: Verardi Produzioni

Leggi anche:

La passione del bridal di RS Couture
America chiama Puglia: Paolo Fumarulo per Justin Alexander
Luccichii dal mondo Toi Spose
Lascia un commento