Domenica, 25 Giugno 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 29

Sogno americano: matrimonio a Las Vegas

Share Button

A cura di Laura Manta
Quante volte vi è capitato di vedere in televisione matrimoni celebrati nelle caratteristiche cappelle a Las Vegas e quante volte il desiderio di rendere vostro quel momento di follia vi è balenato in testa, ma subito ridimensionato dai dubbi sul fatto se una volta rientrati in Italia il matrimonio sarebbe stato valido?
Las Vegas, si sa, è la patria dell’eccesso con location per tutti i gusti ma soprattutto perché può regalare la magia di diventare marito e moglie senza perdersi dietro troppi preparativi ed ansie.
Cosa fare allora perché il sogno americano abbia effetti anche al rientro in Patria? Non perdetevi d’animo, la procedura da seguire non è poi così complicata come potrebbe sembrare.
Scelta la cappella dei vostri sogni ed ancora sotto shock per aver pronunciato il fatidico sì in pieno american style, ricordatevi di firmare il certificato di matrimonio rilasciato dall’officiante. A questo punto, il primo passo da fare sarà quello di recarsi al Municipio di Las Vegas, dove troverete uno sportello apposito, ed esibire il certificato di matrimonio insieme ai vostri documenti.
Fatto questo, tutto quello che vi serve è il “Modulo di richiesta per la trascrizione in Italia del matrimonio celebrato all’estero”. Presentate questo documento insieme ad una copia integrale autenticata e debitamente tradotta, unitamente al Certificato di Matrimonio e alla Licenza di Matrimonio, che presenterete insieme alla cosiddetta “Apostille”, cioè la dichiarazione di validità internazionale rilasciata dal Consolato Generale in cui è stato celebrato il matrimonio, anch’esso tradotto.
Fatto questo, sarete effettivamente marito e moglie per lo stato del Nevada. Per esserlo anche in Italia, al vostro rientro sarà sufficiente recarsi presso il vostro comune di residenza per procedere con la trascrizione e la registrazione del matrimonio.
Attenzione, però, al regime patrimoniale: nell’atto di matrimonio a Las Vegas non è possibile, come si farebbe in Italia, inserire la dichiarazione di scelta del regime di separazione dei beni, pertanto, una volta trascritto il matrimonio in Italia, il regime patrimoniale applicato sarà quello legale della comunione dei beni.
Cosa ve ne pare? Il vostro sogno non è poi così irrealizzabile…basta solo un po’ di coraggio, al resto ci penserà Las Vegas!!!

Leggi anche:

Matrimonio tra stranieri
ONORE AL GUSTO! DAL TAKE PUGLIA I MIGLIORI ABBINAMENTI CIBO/VINO
PHOTO BOOTH... ZANG TUMB CRASH!!!

Comments are closed.