Lunedì, 18 Dicembre 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 7° - Numero 4

SIMBOLO DI DONNA: LA SPOSA DI CAROLINA HERRERA

Share Button

“Carolina Herrera esplora in molti modi il romanticismo e la leggerezza del pizzo, dallo squisitamente complesso pizzo Chantilly applicato, fino agli abiti con motivo del pizzo dipinto a mano su organza di seta, con tocchi di platino, oro, argento e sussurri di grigio, creando un effetto trompe d’oeil molto divertente da vedere. Carolina Herrera disegna ogni abito da sposa per essere unico, evocativo dello stile personale della sposa e che incarni lo spirito del giorno delle nozze, senza mai far riferimento alle mode”.
Credo che quanto affermato dalla casa di moda statunitense in occasione della presentazione della nuova collezione 2014 sia abbastanza indicativo non solo della linea presentata a New York ma anche della filosofia che da sempre guida la stilista venezuelana (considerata tra le donne più eleganti del pianeta, sposata in seconde nozze all’Editore di Vanity Fair e anche ambasciatrice delle Nazioni Unite).
Presentata nell’ambito della New York International Bridal Week la nuova collezione sposa Carolina Herrera Spring 2014, la collezione è descritta come “massima espressione della personalità di una sposa, dove ogni abito è un riflesso della parte più bella di sé.”
Tanti i modelli che hanno calcato la passerella, ciascuno con un nome di donna, soave e sensuale, come Adele, Aria, Ava, Ally, Ashley, Annabella etc. La stilista americana trae ispirazione dalla natura, come molti suoi colleghi hanno fatto per questo 2014, soprattutto nelle fantasie, sempre molto delicate, e nelle applicazioni, che compaiono sotto forma di ricami oro e piccole foglie dipinte a mano su modelli preziosi. Il bianco resta il colore per eccellenza anche per Carolina Herrera, nelle sue versioni off-white e avorio. I modelli degli abiti vanno da quello romantico e fiabesco a quello a sirena, passando per il corto al ginocchio, tutti straripanti di pizzo, che resta il protagonista assoluto di tutte le collezioni 2014, sugli scolli, sui profili, sui corpini, sulle gonne e sui boleri. I tessuti utilizzati sono la seta e lo chiffon per volumi più morbidi e il tulle e il mikado per modelli più strutturati. Quest’anno Carolina ha puntato molto anche sul velo da sposa, realizzandolo con ricami, pizzi e nastri di seta e dandogli, così, un’importanza fuori dal comune.
Abiti in tulle con ricami in rosa avorio, ballgown in faille di seta avorio, modelli a colonna in chiffon di seta, cinture gioiello, fiocchi estremamente strutturati, bordi in duchesse di seta, veli corti o molto lunghi… Una collezione davvero variegata che strizza l’occhio all’eccentricità moderata e al romanticismo un po’ hippy. Una donna forte, determinata, intrepida, quella descritta da Carolina Herrera con i suoi disegni… realizzati probabilmente mentre si rifletteva allo specchio!

Lucia Nachira

Fonte foto: web

Leggi anche:

Anche l'abito da sposa diventa ecologico...
SEDURRE, PRIMA E DOPO IL SÌ: IL DEBUTTO BRIDAL DI VALERIA MARINI
L'eccellenza in Puglia: Enzo Miccio Bridal Collection e Idea Sposa da Masseria Pietrasole
Lascia un commento