Mercoledì, 16 Agosto 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 33

Se decidete di sposarvi in inverno…

Share Button

Nonostante la maggior parte delle spose preferiscano sposarsi d’estate o al massimo in primavera, una piccola percentuale invece preferisce sposarsi in inverno.

D’inverno ci sono meno problemi a scegliere la data del matrimonio perché ci sono meno celebrazioni, e di conseguenza le chiese e i ristoranti sono liberi, così come il fotografo, la parrucchiera e l’estetista. Se vi sposate d’estate dovrete prenotare tutto con largo anticipo, addirittura due anni per chiese importanti o sale ricevimenti da ‘mille e una notte’.

Organizzare un matrimonio in inverno è molto più semplice e tutto può essere pronto anche in pochi mesi. Ovviamente, il tempo condizionerà molte delle vostre scelte, ma non lasciatevi scoraggiare perché sposarsi in inverno è molto più suggestivo che sposarsi d’estate.

Il freddo, quella nebbia che cala la sera scontornando gli oggetti e quanto vi circonda, contribuiscono a creare un’atmosfera surreale ed estremamente romantica.

Ovviamente, non potrete banchettare all’aperto, ma pensate a quanto sia bello cenare senza le zanzare che vi torturerebbero d’estate, oppure senza quel caldo asfissiante che vi opprime nel vostro abito di tulle, che ad un certo punto, a causa del caldo, comincerete ad odiare per forza di cose….

Ecco una lista di passaggi, che vi aiuterà ad organizzare un matrimonio in inverno:

– scegliete la data con molta tranquillità, perché in genere sia le chiese che i ristoranti sono liberi;
– anche il parrucchiere e l’estetista, così come il fotografo, non avranno problemi a confermare la loro disponibilità;
– cenerete all’interno del ristorante, per cui non dovrete curarvi dell’aspetto scenografico di piscine e giardino o dei fuochi pirotecnici, basterà la luce soffusa delle candele e qualche petalo di rosa per abbellire i tavoli;
– per gli addobbi in chiesa scegliete pochi fiori e arricchiteli con pigne, fiori secchi, piume e tutto ciò che rappresenta l’inverno; non scegliete fiori che non siano di stagione perché si rovinerebbero prima del vostro ingresso in chiesa;
– per la macchina evitate auto scoperte perché il tempo potrebbe tradirvi, ma scegliete un’auto che vi piaccia e che vi ripari da eventuali piogge o nevicate;
– via libera a pellicce da sposa, mantelle e coprispalle con piume, e alle scarpe chiuse;
– il bouquet della sposa può essere molto più vario rispetto al bouquet di chi si sposa in estate; anche in questo caso, come l’addobbo floreale in chiesa, potrà essere impreziosito da cristalli Swarovski, fiori secchi o in tessuto, piume e pigne.

In ogni caso, il matrimonio avvolto dall’atmosfera invernale può essere davvero una carta vincente, oltre che altamente simbolico: infatti, il freddo della stagione invernale può essere associato alla voglia di calore, al desiderio di tana, al concetto di nucleo familiare. La sensazione di pienezza e ricchezza interiore che dona il paesaggio invernale può fare la differenza ed essere il simbolo del cuore della famiglia che nasce con il vostro ‘sì’!

Lucia Nachira

Leggi anche:

Uno spettacolo tutto da vivere!
Scenografia nuziale da favola? La realizza Enzo Miccio da Pietrasole Metaresort
Milano Bridal Week, 40 anni di sogni!

Comments are closed.