Mercoledì, 23 Agosto 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 36

Come organizzare un matrimonio “vintage”

Share Button

A cura di Laura Manta
Avete mai pensato di organizzare un matrimonio vintage?
Se l’idea vi stuzzica e amate tutto ciò che profuma di storia, allora non dovete far altro che seguire questi piccoli consigli.
Innanzitutto, è importante contestualizzare tutta l’organizzazione in un preciso momento storico e al riguardo la nostra dritta per un matrimonio chic ed elegante è quella di ispirarsi alla moda anni ’60!
Oltre che vintage, gli anni Sessanta sono stati rivoluzionari sotto molteplici aspetti ed il modo migliore per celebrarli è quello di riadattare le conquiste di quel periodo.
Come fare?
Niente di più semplice: pensiamo ad esempio a come dovrete orientarvi nella scelta dell’abito da sposa. Come si può reinterpretare al meglio la moda di quei favolosi anni?
Sicuramente indossando un abito da sposa midi, cioè stretto in vita e poi morbido e più ampio sui fianchi: questa scelta favorirà chi vuole ammorbidire le proprie forme e il risultato sarà assolutamente delizioso.
Ricordiamo, poi, che il Sessantotto ha dato il via ad una vera e propria rivoluzione culturale e di rottura con gli schemi del passato, questo vi permetterà quindi di poter spezzare la tradizione che vuole la sposa in bianco e vi darà la possibilità di scegliere un abito magari di color avorio, una tinta decisamente più calda rispetto al classico bianco e decisamente meno tradizionale.
Se questi piccoli consigli iniziano ad interessarvi potrete lasciarvi convincere dando uno sguardo alle collezioni sposa del noto stilista americano Jason Wu.
A questo punto, scelto l’abito, sarà importante adattare l’acconciatura che dovrà ispirarsi o ai tipici chignon che più volte abbiamo visto in Brigitte Bardot oppure, per chi ama i capelli sciolti, anche un caschetto corto o di media lunghezza sarà all’altezza della situazione.
A questo punto sarà importante prenotare per tempo anche l’auto che dovrà accompagnarvi in Chiesa. Ovviamente anche questa dovrà essere d’epoca e per non sbagliare vi consigliamo di rivolgervi ad un autonoleggio specializzato.
Il vostro bouquet, poi, potrà essere in perfetto stile “figli dei fiori” (non dimentichiamo che questo movimento nasce proprio negli ultimi anni del decennio cui ci stiamo ispirando), l’ideale potrebbe essere quindi un bouquet pieno di margherite o piccoli fiorellini di stagione tutti colorati. Pensate, infatti, come potrebbe essere elegante ed originale decorare la chiesa o la sala comunale con delle installazioni verticali di edera e margheritine colorate: decisamente romantico!!!
A questo punto, una volta coordinati tra loro ed in pieno stile sessantottino trucco, parrucco e decorazioni floreali, non rimane che scegliere a tema anche la location per il vostro ricevimento.
Anche in questo caso la scelta dovrà ricadere su ristoranti o ville che ricordano per struttura o architettura la moda di quegli anni.
Ricordatevi che per un risultato eccellente i dettagli dovranno essere curati alla perfezione, pertanto dovranno essere scelti con cura anche gli arredi, il tovagliato, le posate e l’illuminazione.
Se siete riuscite a predisporre e coordinare tutti questi piccoli dettagli, non vi resta che avvisare per tempo i vostri invitati.
Affinchè il clima sia perfetto, infatti, dovrete comunicare in anticipo agli invitati che la cerimonia sarà in stile vintage. Gli stessi si potranno, così, organizzare scegliendo il giusto look, questo darà la possibilità a tutti di sentirsi a loro agio e perfettamente in sintonia con la cerimonia, ma soprattutto vi permetterà di avere delle stupende foto a tema!

Leggi anche:

UN PIATTO FORTE? IL PERSONAL CHEF
Fashion victim? Merito di Oscar De La Renta!
NEL GIARDINO ZEN DI DIAMOND COUTURE

Comments are closed.