Venerdì, 24 Novembre 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 44

Lo sposo è sprint con Petrelli Uomo!

Share Button

Passeggiando per i corridoi di Sì Sposaitalia Collezioni incontriamo Petrelli Uomo, leader nella cerimonia uomo e con tante novità che fin da subito ci colpiscono. Lo stand come sempre affollatissimo, la famiglia al gran completo a testimoniare la longevità di un marchio storico per la Puglia, conosciuto e ammirato per l’eccentricità delle sue creazioni. Quest’anno, però, la novità è proprio l’opposto della natura del brand… Infatti per il 2016 Petrelli propone linee più semplici, sobrie e meno roboanti del solito, per diversificare il prodotto e renderlo accessibile anche ad un’altra fetta di mercato. Non mancano certo i colori (ghiaccio sublime, verde prezioso, viola importante, rosso pieno, blu principesco…), non mancano i damascati e non manca la cura meticolosa dei dettagli e degli accessori, in perfetto stile Petrelli, e ce lo racconta l’anima femminile della famiglia, Livianna Petrelli, in questa interessante intervista che ripercorre anche le tappe della moda sposo italiana:
Come possiamo definire la collezione sposo Petrelli del 2016?
Sprint! A parte le nostre ormai consolidate linee dal fare eccentrico, per quest’anno abbiamo cercato di disegnare anche una linea più classica, per lo sposo più semplice, proprio per accontentare vari gusti.
Quanti sposi vi richiedono l’abito eccentrico, soprattutto al Sud Italia?
Tanti, davvero tanti, abbiamo molte richieste di eccentricità, anche perché la nostra azienda è conosciuta e si distingue proprio per questo, quindi chi si rivolge a noi sa bene cosa cerca, per tessuti, colori, linee e accessori.
Vedo comunque dei tagli diversi in questi capi…
Sì, ogni anno cerchiamo sempre di essere innovativi in qualcosa, i tagli quest’anno sono più dinamici, moderni, ridisegnati in stile contemporaneo.
E i colori?
Per quanto riguarda i colori il blu torna a dominare la scena, ma anche il verde. E poi non dimentichiamo gli accessori, elementi importantissimi in un abito da sposo, possono da soli fare la differenza… parliamo di cilindri, coppole, cinture, gemelli, scarpe, bastoni…
Quanti anni ha la vostra azienda?
La nostra è un’azienda a conduzione familiare e l’evoluzione della moda sposo per noi si può dire sia nata circa dieci anni fa, quando si è affacciata l’idea dello sposo particolare, per cui le collezioni si sono man mano modificate, risistemate con dettagli differenti sul collo, sul petto, sulla giacca.
Pensi che da quest’anno in particolare ci sia un ritorno all’artigianalità vera?
Sì, c’è un ritorno alla manualità, al prodotto italiano, anche perché oggi le persone sono molto più accorte e acculturate in questo senso, e sanno riconoscere la qualità di un prodotto, mentre solo qualche anno fa erano attratte più dal prezzo di un capo che dalla sua fattura. Noi realizziamo i nostri prodotti direttamente in azienda e chi viene a trovarci sa di cosa parlo. Un altro nostro cavallo di battaglia è il su misura, che realizziamo appunto sempre in azienda.

Lucia Nachira
Foto: Verardi Produzioni

Leggi anche:

TUTTE VOGLIONO ANDREA...
La principessa Annette alla corte del 2016!
America chiama Puglia: Paolo Fumarulo per Justin Alexander
Lascia un commento