Mercoledì, 23 Agosto 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 36

LE DEE MODERNE VESTONO DAVID FIELDEN

Share Button

Molta della curiosità dei giornalisti e blogger di moda ogni anno è per la creatività del genio stilistico di David Fielden. La domanda ricorrente sulle scale che ci avrebbero portato fin sopra al padiglione n. 4 di Fiera Milano City era, infatti: cosa si sarà inventato questa volta? La sua sfilata è sempre molto attesa, proprio per la particolarità dello show, curato nei minimi dettagli. Ogni cosa ha un suo senso e una sua mission filosofica, dal luogo alle modelle alle musiche scelte. Non può essere diversamente, d’altronde, visto che il designer inglese ha un passato come scenografo teatrale e ogni sua sfilata è sorprendente e sempre diversa.
Fielden ha scelto una zona nascosta e sopraelevata di Fiera Milano City per presentare la sua sposa 2014. Il contest, per natura e conformazione fisica, sembrava avulso dal resto dell’esposizione fieristica. L’atmosfera che si respirava era cupa, illuminata solo da luci soffuse e arricchita da tanto effetto fumo… Il che rendeva più importante il senso dell’attesa.

Le modelle sono apparse ferme immobili, scarpe basse, che ricordavano quelle di vernice che portavano le bambine anni fa. Nel rarefatto mood industriale sembravano una forte contraddizione, una stridente allegoria del mondo moderno. Abiti corti, tanto per iniziare, con gonne fino al ginocchio e in un caso con pantaloncino a vita alta, in grado di dare alla moda sposa una nuova concettualità. Si muovono in diagonale, come se volessero confondere gli spettatori, ma è il modo moderno di affrontare la vita, disperdendosi nel panorama cibernetico delle tante possibilità e proposte. Tessuti quasi di carta, totalmente merlettati e trasparenti, coprono la figura, per un originale “vedo non vedo”. Si prosegue con i capi lunghi, scivolati e molto morbidi, che ricordano gli abiti delle dee; in molti la zona del decolleté è leggermente velata, con spruzzi di ricami e applicazioni floreali e a forma di foglia qua e là. Le gonne sono a volte leggermente ampie, rese tali da vari strati di tulle irregolari e sovrapposti. L’eleganza di questa collezione non ha limiti laddove sono i ricami a fare della donna una sposa, laddove gli abiti sono legati in vita come si faceva nell’antica Roma, laddove le spalle sono coperte da pizzi e ricami preziosi solo nella parte superiore, lasciando il resto alla nudità della pelle.

Il finale scoppiettante vede una musica solenne far radunare tutte le spose-modelle al centro della scena volutamente industriale, in attesa di un raggio di luce dall’alto, che disegna scenograficamente delle foglie per terra, e di una pioggia liberatoria di foglie vere, inneggiante al divino amore che dall’antichità dell’Olimpo alla contemporaneità delle fabbriche continua a bagnare le genti.

Lucia Nachira


Foto: Verardi Produzioni

Leggi anche:

UN TRENO CARICO DI PASSATO PER ELISABETTA POLIGNANO!
Alessandra Rinaudo conquista la Turchia!
Nicole ruba il cuore anche a Venezia!
Comments
One Response to “LE DEE MODERNE VESTONO DAVID FIELDEN”
  1. cheap rift gold scrive:

    cheap rift gold I love the feel and the ease and comfort.

Lascia un commento