Domenica, 20 Agosto 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 36

L’ADDOBBO FLOREALE: ESAGERATO ED ESTREMAMENTE EVIDENTE OPPURE SOBRIO E DECISAMENTE MINIMAL?

Share Button

A cura di Laura Manta
Tra gli innumerevoli compiti che deve gestire la futura sposa quello più impegnativo, oltre alla scelta dell’abito da sposa, riguarda sicuramente la scelta dell’addobbo floreale.
Cosa fare, quindi, per orientarsi nel modo giusto e per fare la scelta adatta ad esprimere il vostro gusto e la vostra personalità?
Innanzitutto è essenziale valutare che tipo di cerimonia avete scelto: se la cerimonia seguirà il rito sacro sicuramente con i decori dovrete trovare un giusto compromesso che riesca a dare risalto al luogo senza renderlo troppo pacchiano, mentre per un rito civile potrete lasciarvi andare ed osare un po’ di più.
Dovete considerare però che di solito al comune l’addobbo è già predisposto, quindi se avete in mente qualcosa di particolare è bene che contattiate in tempo il responsabile della sala per chiedere il permesso per addobbare l’ambiente secondo i vostri gusti.
Tuttavia, sia che scegliate una piccola e romantica cappella, sia che la celebrazione venga fatta nella casa comunale, le ultime tendenze in tema di addobbi consigliano l’uso di nuance forti che mettono al bando le classiche tonalità pallide e leggere per dare risalto invece a vere e proprie “macchie di colore”.
In realtà, questa opzione si addice prevalentemente a coppie giovani che possono, così, esprimere tutta la loro vitalità ed energia e per una cerimonia che verrà celebrata di giorno e magari in piena estate…così da rendere ancora più gradito questo trionfo di colori.
Se, invece, la celebrazione avverrà nel pomeriggio e come di consueto i festeggiamenti avranno luogo di sera, è preferibile optare per un addobbo che renda l’atmosfera notturna, già carica di magia, ancora più coinvolgente, quindi sì ad addobbi sfarzosi ed imponenti resi ancora più suggestivi dal gioco di luci ed ombre che impreziosiscono questo tipo di cerimonie.
Invece, per le coppie che non amano lasciarsi andare per paura di rischiare, il consiglio è quello di optare per addobbi meno invadenti, quindi la sposa raggiungerà il futuro marito con un piccolo bouquet e gli addobbi andranno ad impreziosire solo la navata centrale della chiesa.
Tuttavia, per non creare quell’antipatico effetto “vuoto” un’idea simpatica potrebbe essere quella di predisporre sull’uscio della chiesa un cesto dove gli uomini potranno trovare la loro boutonnìere (fiore all’occhiello), da sempre simbolo di raffinatezza, che potranno appuntare sul bavero della giacca, sul risvolto sinistro, vicino al cuore.
Questo espediente vi permetterà di essere sicure di creare un ambiente ricercato ed elegante, ciononostante cercate comunque di non essere troppo banali e quindi scegliete almeno dei fiori che non siano le classiche rose bianche.
Dovete considerare, infatti, che le opzioni che il settore floreale propone sono così varie che la banalità è sicuramente bandita…lasciatevi guidare dalla possibilità di abbinare colori nuovi e allegri…il matrimonio rimane pur sempre il vostro giorno!
La scelta dell’addobbo floreale, infatti, non deve essere vissuta solo come faticosa ed impegnativa, perché ricordate che semplice o particolare, audace o classico, l’allestimento floreale è in grado di dare forti emozioni e di evocare magiche emozioni, quindi l’elemento che deve guidarvi nella scelta dovrà essere solo il vostro buon gusto, indispensabile per lasciarsi andare senza esagerare.

Leggi anche:

Il bouquet da lancio tra tradizione e modernità
Manicure da sposa: lasciatevi catturare dalla semplicità
Il bouquet da polso

Comments are closed.