Lunedì, 18 Dicembre 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 7° - Numero 4

L’abito da cerimonia, un banco di prova per le donne alla moda!

Share Button

Questo 2015 riserva a chi si deve cimentare in prove di “dress code” un guardaroba ricco di interessanti novità su materiali impiegati, disegno degli abiti e accostamento di tessuti differenti.
Seta, chiffon, raso, scollo a barca e maniche corte, questi gli argomenti di discussione che orientano le nuove scelte. Torna centrale il tipico abito lungo, ma rivisitato e arricchito, meglio se ricoperto da trasparenze sul lato schiena, mentre addome o gambe sono addobbati da pizzi e perline. Quest’anno, poi, lo spacco è posto davanti e non più lateralmente.
Le migliori Maison hanno hanno dato alle nuove collezioni un tocco tutto in stile “seventies”, ritornano infatti le maniche lunghe decorabili con pizzi, strass o disegni floreali; grande impiego del tulle, inoltre, per rendere l’abito veramente degno di una cerimonia.
Ma come scordare i mitici anni Cinquanta? L’epoca di “Grease” con i suoi gonnelloni, quelli che arrivavano fino alle ginocchia con un voluminoso sottogonna… Quegli anni hanno fatto molto sognare le donne romantiche!
Ma, a quanto pare, molti stilisti hanno preso spunto da questi meravigliosi anni per creare collezioni tutte gonnellini e bustini, tanto stretti quanto corti, il giusto per lasciare quello spazio di trasparenza tra i due pezzi, tanto provocatorio quanto elegante!
Per chi vuole uscire dagli schemi, invece, l’abito corto è la risposta giusta! Da quasi più di due anni ritornato di moda, il corto rende la donna trasgressiva e ne esalta le forme. Originalità e trasgressione anche per le scarpe, che restano l’accessorio più importante.
Colori come oro e nero sono i nuovi protagonisti che fanno dappertutto la parte del leone, il bianco infatti è rigorosamente riservato alla sposa! Altri colori più sbarazzini e vivaci sono sempre ben accetti anche in vista della primavera, ma non dimentichiamoci che il nero è elegante e chic, e poi …… snellisce!
Lunghi, stretti, ampi, semitrasparenti, luccicanti, colorati, oro o neri, con o senza accessori appariscenti o meno, l’importante è che indossandoli una donna si senta bella e a proprio agio e non deragli nel cattivo gusto.

Luisa Lazzari


Foto: web

Leggi anche:

Un'anteprima da show: Nicole Fashion Group
UN RITORNO ALL'ELEGANZA, UN DEBUTTO D'ALTRI TEMPI: IL BRIDAL DI ENZO MICCIO
L'ARTISTA VISIONARIO DEL BIANCO. ANTONIO RIVA
Lascia un commento