Mercoledì, 28 Giugno 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 29

Il matrimonio “country – chic” di Belén Rodriguez e Stefano De Martino

Share Button

Il 20 settembre si è celebrato il matrimonio più atteso dell’anno tra la showgirl argentina Belén Rodriguez, 29 anni, e il ballerino napoletano Stefano De Martino, 24 anni. I neosposi hanno scelto come location per le loro nozze i giardini della splendida Villa Giannone situata nel paesino Comignago, in provincia di Novara, che nonostante fosse stato blindato per l’occasione non ha impedito ai tanti fan e curiosi di giungere lì l’occasione. L’organizzazione dell’evento è stato affidato alla wedding planner Giorgia Matteucci, che si è occupata della preparazione e dell’allestimento per la cerimonia e per il party più attesi dell’autunno, seguendo uno stile “country – chic”, per la cerimonia, e uno stile “hippie – chic”, per il dopo party, così come richiesto dagli sposi.
I rito religioso è stato celebrato dal parroco Don Benigno, padre spirituale della famiglia De Martino, nell’abbazia di Santo Spirito, all’interno della villa, addobbata per l’occasione da centinaia di rose color cipria, il tradizionale fiore da cerimonia, con la presenza di un coro gospel, alla “Sister Act”, vestito per l’occasione di rosa e bianco a richiamare i confetti di color fragola e champagne scelti per le nozze. Tanti i paranti e gli amici presenti durante la cerimonia e molti anche i vip tra cui Elena Santarelli, che ha indossato per l’occasione un vestito di Luisa Beccaria color acqua marina, con capelli semi-raccolto a treccia, morbido e destrutturato, in perfetto accordo con lo stile del vestito; Claudia Galanti, con un abito di Zuhair Murad, molto particolare e di color oro; Elisabetta Canalis, con un lungo abito floreali e una treccia lunga per acconciatura. Il ricevimento si è stato svolto in un altra parte della villa, con aperitivo all’aperto e cena servita sotto un tendone bianco: 20 tavoli da dieci persone per 200 invitati, tovaglie e candele accese bianche, centrotavola di rose cipria come le sedie; i tavoli di ricevimento sono stati dedicati a Otello e Desdemona, Tristano e Isotta e altri miti d’amore delle opere classiche.
Come vuole tradizione, l’abito della sposa è stato l’argomento di maggiore interesse: 100 mila euro, il valore del vestito di Belen (che dice di essergli stato regalato), realizzato e disegnato esclusivamente per la showgirl argentina da Daniele Carlotta, lo stilista siciliano lanciato da “The Vogue Talent”, le cui creazioni hanno sempre un occhio di riguardo per le spalle, valorizzate da tagli strategici e dettagli ammiccanti. L’abito era elegante e sontuoso: un corpetto bianco di pizzo francese Anni 40, maniche trasparenti, scollo sulla schiena, chiffon di seta e Swarovski, con uno strascico di tre metri e un velo lungo quattro; molto simile il vestito indossato dalla sposa per il party svolto dopo cena: realizzato dallo stesso stilista, sempre di color bianco, è in stile gitano, con Swarovski, dettagli in oro giallo e venti metri di chiffon. Il collo della soubrette è stato impreziosito, per l’occasione, da una bellissima collana di diamanti con un ciondolo a forma di cuore della maison Sabbadini, vero e proprio punto di riferimento dell’arte orafa made in Italy in tutto il mondo; mentre le fedi nuziali scelte dagli sposi sono state realizzate dell’artigiano Casa Bruni Bossio. Lo sposo ha invece scelto per i suoi due abiti (uno di color blu per la cerimonia religiosa e l’altro di coloro nero per il ricevimento e per il party) la sartoria Giorgio Chiussi di piazza San Giacomo a Udine; due tight sartoriali realizzati dalla stessa storica firma che curò in altri tempi il guardaroba del poeta Gabriele D’Annunzio. A reggere il lungo velo di quattro metri c’era la sorella della sposa, Cecilia Rodriguez, che proprio come fece Pippa Middleton con Kate durante il matrimonio con il Principe William, il 29 aprile 2011, ha aiutato ed accompagno la sorella fino all’altare; anche lei con un vestito in bianco, con le maniche lunghe, firmato dall’atelier napoletano, Vanitas, guidato dalla designer Maria Rosaria Cacciapuoti, la stessa atelier scelta anche dalla suocera di Belen e della sorella di Stefano De Martino. Bianco è anche il colore voluto per il pagliaccetto di Santiego (filmato La Stupenderia, che ha vestito anche il fratellino di Stefano De Martino, Davide), figlio della coppia nato il 9 aprile scorso. Agli invitati è stato dato all’inizio della cerimonia religiosa un cadeau che conteneva un appendi borsa portabile, un braccialetto di buon augurio con dedica in spagnolo a Nostra Signora di Luján, la beata Vergine Maria e le collane hawaiane; mentre concluso il rito religioso, a tutte le invitate è stata concessa la possibilità di indossare delle comode ballerine, archiviando così alti tacchi, per poter ballare per tutta la notte nel party più chic dell’anno. Unico dress code richiesto dagli sposi è l’assenza del color nero per gli abiti delle donne. Il catering è stato, invece, curato da Cavour ricevimenti con un menù a base di pesce, con forti richiami alla tradizione argentina e napoletana: risotto di crostacei ai profumi di mare, tortelli con fiori di zucca e scampi, darna di branzino con tagliolini di verdure e millefoglie di patate con leggera salsa alle erbe, sushi di latte di mandorla e frutto della passione. Dopo la torta, gran buffet di pasticceria, quadri di frutta e fonduta al cioccolato e bottiglie di Curtefranca Bianco, Chardonnay, Franciacorta. Originale la bomboniera scelta dai due sposi: un confettata realizzata dalla Confetteria Conti di Milano con dei gusti molto insoliti: fragola, champagne, cocco e vaniglia. Il tocco personale della sposa è stato presente in ogni dettaglio. A cominciare dalle partecipazioni che sono state scritte a mano e ciascuno personalizzato con una particolare rifinitura. Al termini della ricevimento suggestivi fuochi d’artificio di mezzanotte, curati dalla ditta Martarello (la stessa che realizza quelli per la festa veneziana del Redentore) hanno dato il via al party che è continuato fino alle prime luci dell’alba, dove gli invitati hanno potuto fare colazione insieme agli sposi con crepes e brioches calde.

Sandra Papa

Photo Web Gallery

Leggi anche:

Film a tema: La peggior settimana della mia vita
Uscire dall'anonimato con gli accessori sposa
PHOTO BOOTH... ZANG TUMB CRASH!!!
Lascia un commento