Mercoledì, 16 Agosto 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 33

ELISABETH B, JULIET, STELLA TAYLER: EMOZIONI DA VIVERE

Share Button

“L’emozione della moda per la sposa è come un racconto, una storia di esperienze, un sogno in una atmosfera astratta. Alle emozioni viene affidata la ricerca, il gusto, l’eleganza e tutto diventa alchimia di raffinatezza e fragilità”. Così si legge sul sito di CM Creazioni e così ci siamo sentiti quando siamo entrati venerdì 23 maggio scorso nelle barocche sale di Residenza Vignale a Milano, dove l’azienda marchigiana ha presentato le sue collezioni per le spose del 2015. Sempre tre linee, sempre tre emozioni… Quest’anno, in particolare, la Maison si è arricchita sfoggiando splendidi abiti da cerimonia realizzati con la partnership del fascinoso stilista salentino Gianni Calignano, ma anche gioielli luccicanti e pellicce per nozze invernali… un total look davvero invidiabile!
Analizzando tutte le linee proposte, notiamo come Elisabeth B resti la più romantica e principesca, caratterizzata dalla cura dei ricami e dalle lavorazioni elaborate, farcita di pizzi, oro, broccati e sete preziose, che guardano al passato ma sempre con innovazione. Elisabeth B ha tante facce, mostrandosi anche sofisticata e intrigante, con le sensuali trasparenze, gli ampi volumi, le fantasie dissonanti e fragorose. E poi, broccati, sete preziose, duchesse, organza e tulle disegnano abiti regali, arricciati, piegati e balzati. Il dettaglio che fa la differenza di questa linea per il 2015 sono gli inserti in platino che adornano le gonne o parte di esse, riempiendo di luce anche gli angoli e i particolari più nascosti. Un tocco di colore glicine chiaro quasi tendente al rosa e un rosa pesco appena accennato animano alcuni capi fornendo un’allure retrò che ben si sposa con le linee moderne di parte della collezione.
Passando all’altra creatura, Juliet, constatiamo come lo spartito si rivoluzioni trasferendosi sulle note delle trasparenze osate e delle movenze giovanili e fresche. Linee sensuali e ammiccanti regalano giocosità all’eleganza intrinseca anche di questi abiti: pizzo e cristalli, petali e fiori, nuance sfumate su plissé di organza, ricami di pizzo chantilly su macramè. Linee scivolate ma anche semi ampie accompagnano corpetti rigidi e luccicanti; un velo integrale sorprende tutti per l’aria misteriosa e orientale che dona alla sposa, mentre le scollature profonde sulla schiena e le trasparenze sul décolleté affascinano come non mai. Pratica la soluzione con il pantalone largo e tanto di strascico ricco di pizzo.
Giovane e attuale, infine, la sposa Stella Tayler, altra linea di CM Creazioni, contemporanea e classicheggiante allo stesso tempo. Qui l’elemento di spicco è il fiocco in vita, verde a pois bianche, legato in maniera sempre diversa a seconda degli abiti, e il color avorio, che caratterizza da sempre la linea. Il romanticismo si delinea su abiti semplici dai tessuti corposi e dalle forme rigide, che la costante del fiocco va ad ammorbidire. Nell’organza e nel duchesse, infatti, le forme sono leggermente strutturate e i volumi sono morbidi.
La cerimonia firmata Gianni Calignano, invece, è un tripudio di colori e di dettagli floreali, dalle linee a sirena agli abiti corti, disposti sulla monumentale scala della Residenza Vignale come tante splendide modelle in bella posa.
Nella giornata di domenica, poi, una colazione ricca e gustosa ha accompagnato una delicata sfilata tra le stanze del palazzo, dove tutte le creazioni CM hanno potuto essere ammirate dai buyer e dalla stampa e a cui anche noi abbiamo assistito estasiati.

Lucia Nachira


Foto: Verardi Produzioni

Leggi anche:

Bouquet floreale o brooch bouquet?
Medio Orientale ma non troppo: Tarik Ediz
Carlo Pignatelli firma anche la tua casa!
Lascia un commento