Mercoledì, 22 Novembre 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 44

Dalle acque di Venezia nasce la collezione sposa di Elisabetta Polignano

Share Button

Esiste una città più ammirata, più celebrata, più cantata dai poeti, più desiderata dagli innamorati, più visitata e più illustre?”

Guy de Maupassant

Venezia, la città emersa dal mare… Questa la fonte d’ispirazione per la stilista pugliese Elisabetta Polignano, la cui sfilata ha aperto anche quest’anno l’evento Sì Sposaitalia Collezioni, giunto alla quarantesima edizione. Un simbolo dell’Italia nel mondo la città di Venezia, metafora dell’amore che la designer da sempre ha per il Made in Italy.

Gli abiti delle collezioni sposa 2018 esprimono un ideale di femminilità nuova, sognatrice e romantica. Sono capi preziosi, che si presentano nella loro eleganza equilibrata e dalla vestibilità perfetta, che segue e si adatta dolcemente al corpo, e sono realizzati con sete provenienti esclusivamente da tessiture italiane. Sono abiti dalle forme molteplici: morbide, scivolate e ampie. Trovano spazio anche dettagli speciali, come le sopragonne rimovibili che li rendono ‘trasformabili’ in abiti da sera, ricami finemente elaborati ed elementi romantici che evocano fiori e voli di farfalle, la leggerezza del vetro soffiato, la lucentezza dei cristalli e l’allegria delle giocose murrine nate dall’estro degli artigiani veneti. Gonne balloon, lavorazioni plissé, fiocchi importanti e ricchi, ispirati al Settecento veneziano. Chiffon, georgette, organze e mikado di seta, lavorazioni a fil coupé, l’eleganza intramontabile del pizzo: i tessuti sono rigorosamente 100% made in Italy e interamente lavorati a mano in ogni fase, dalla creazione al modello finito. Raffinatissimi i colori dominanti: bianco seta,  avorio biscotto, le nuance del crema e le tonalità del verde, del rosa, dell’azzurro, del viola, che richiamano i riflessi dell’acqua, elemento principe di Venezia.

Il 2018 sarà un anno magico, in cui arriverà una nuova visione della sposa. – spiega Elisabetta PolignanoPerciò i capi delle collezioni 2018 si preannunciano ricchi di novità e le linee EP Elisabetta Polignano e Vision riflettono questa fase di trasformazione. Sono ispirati a Venezia, città che suscita forti sentimenti e da sempre aperta a nuovi orizzonti, proiettata sul mondo e verso nuove scoperte. È anche una città di fascino ineguagliabile, di arte, storia e cultura. Mi incantano i suoi colori, la fine architettura dei suoi palazzi, la sua innata eleganza, che ho pensato di trasferire al mio mondo della sposa. Trae origine da qui la mia dedica speciale al Made in Italy e l’omaggio alle mie muse, tutte le donne vere, e alla bellezza di ognuna”.

Gli abiti della linea haute couture EP Elisabetta Polignano esprimono una femminilità elegante e sofisticata. Sono capi molto ricercati e strutturati, ricchi di dettagli e trasformabili, ideati per una donna indipendente, decisa e determinata. I tessuti sono particolari e personalizzanti: tridimensionalità, organze, mikado di seta, pizzi macramè, preziosi ricami in cristallo Swarovski, importanti fiocchi che evocano il Settecento veneziano. Ampie gonne effetto balloon, giochi di plissé, maniche, mantelle, coprispalle. I colori predominanti sono, oltre alle tonalità di bianco e crema, il verde acqua, l’azzurro, il rosa e il viola. Lavorazioni e stampe colorate sono ispirate alle murrine, riproducono fiori e il volo delle farfalle ma sono anche declinate nel bianco e nero, che regala un elegante effetto cinematografico ed evoca il moto voluttuoso delle gondole che scivolano silenziose sull’acqua.

Freschi e leggiadri, i capi della linea Vision sono dedicati a una donna libera, che desidera innanzitutto essere se stessa. Georgette, voile, tulle di seta impalpabile. I pizzi macramè, valencienne, rebrodè impreziosiscono i corpini, più strutturati. Le gonne, ampie e vaporose, riprendono gli elementi naturali dell’acqua e dell’aria. L’effetto complessivo comunica grande leggerezza e fluidità. Sono capi perciò molto adatti a un matrimonio en plein air.  I colori predominanti sono tutte le tonalità di bianco, del crema e le nuance dell’avorio.

Il brand Elisabetta Polignano nasce esattamente venti anni fa e oggi più che mai è sinonimo di italianità nel mondo. La sua proverbiale arte sartoriale si tinge dell’amore per la nazione, per la donna e per il bello in generale. La stilista porta in scena a ogni collezione e a ogni sfilata un viaggio in una parte del mondo che ama visitare; quest’anno non è andata molto lontano scegliendo di celebrare la città di Venezia, e per questo le siamo davvero grati: le grandi murrine realizzate nei tessuti degli abiti e messe al collo delle modelle in sfilata sono state davvero un tocco di classe, una sinfonia per lo sguardo e una conquista per il cuore!

Lucia Nachira

Leggi anche:

La bellezza della sposa secondo Diego Dalla Palma
Collezione Fiorinda 2018 by Carlo Pignatelli: abiti da sogno per un Sì indimenticabile!
Anna Campbell, cuore vintage e stile boho-chic!
Lascia un commento