Mercoledì, 16 Agosto 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 33

ARCHETIPO: QUANDO L’ECCELLENZA DIVENTA STILE DI VITA

Share Button

Quella di Archetipo non è stata una semplice sfilata…si è trattato di un percorso di eccellenza produttiva, durato a Milano due giorni, ma un anno intero in azienda! È difficile per me riuscire a spiegare e a raccontarvi tutto quello che il gruppo Archetipo ha messo su, soprattutto perché non vorrei rischiare di svilirlo, dato il notevole apporto filosofico che c’è alla base. Sabato sera, presso l’hotel “Sheraton Diana Majestic” di Milano si è tenuto un evento unico nel suo genere, organizzato da tre aziende italiane, Archetipo, Giuseppe Papini e Penrose, unite nella ricerca e nella celebrazione dell’eccellenza del Made in Italy. “Excellence Addict” è il nome dell’iniziativa, fondata sulla filosofia dello scambio di opinioni e pensieri, tra aziende coinvolte, clienti e fornitori, perché l’eccellenza sorge soltanto dall’Oriente dell’aggregazione, mai in solitudine! L’empatia ha caratterizzato l’intera serata nei giardini dell’hotel, allestita in modo suggestivo per l’occasione, mentre gli ospiti chiacchieravano amabilmente con lo Staff Archetipo-Papini-Penrose sui metodi per tirare fuori l’eccellenza dalle produzioni italiane, per fare del proprio lavoro un’opera prima della qualità e per inculcare nelle mentalità troppo spesso immobilizzate che fare sistema puntando sull’eccellenza è la chiave per vincere qualsiasi tipo di crisi e avere un posto a sedere nell’Olimpo del successo.
Il giorno dopo, mentre camminiamo nei corridoi di “Sì Sposaitalia Collezioni” ci imbattiamo nello stand Archetipo e ne approfitto per fare qualche domanda alla General Manager dell’azienda, Stefania Vismara, poco prima della loro sfilata. L’intervista è stata più che altro un intenso e toccante dialogo da cui è trapelata la filosofia di vita di una grande famiglia che lavora sodo e ha grandi risultati. La famiglia Archetipo non è formata soltanto da coloro che lavorano all’interno, ma anche da tutti quelli che vi gravitano attorno, vale a dire fornitori, clienti, rappresentanti commerciali: tutti uniti al solo scopo dell’eccellenza! Se non è un insegnamento questo…
Arriviamo alla fase clou del nostro incontro col Gruppo Archetipo, prendiamo posto in sala sfilate e ci prepariamo ad assistere allo show…un fiume di capi ci aspetta, lo sappiamo già!
Classe, eleganza ed estrema ricercatezza, questi gli ingredienti principali degli abiti che hanno calcato la passerella. Un uomo deciso e ricco di personalità quello proposto da Cleofe Finati by Archetipo. Creazioni dalla texture teatrale, in cui antichità e modernità si fondono per dar vita ad un’opera di Metamorfosi della natura e dell’uomo. Cinque sono i principali temi della collezione 2014: “Sentieri futuri…” Non andare dove la strada può portare, vai dove non c’è nessuna strada e lascia una traccia (Ralf Waldo Emerson); “Palpitante…” Un subconscio caleidoscopico, frammentato e inaspettato in un universo accelerato; “Essenza del cambiamento…metamorfosi” Un nuovo risveglio che provoca mutazioni…il vecchio diventa nuovo…così come il naturale diviene innaturale…; “Gioco delle ombre…” La vita emigra e un vasto paesaggio di filo dorato emerge. I lampi della luce rimanente giocano sull’ambiente strutturale, gettando ombre inaspettate; “La meravigliosa macchina umana…” esplorate i sentieri inimmaginabili verso il futuro, sentieri diretti dalla curiosità non ostacolata dalla convenzione. Questo è riportato nella cartella stampa di Archetipo, tanto per dare l’idea della profondità degli argomenti e dell’importante studio che c’è dietro ogni collezione presentata, soprattutto questa ultima, che rappresenta, a detta di Stefania Vismara, la sublimazione del lavoro meglio riuscito di questi venti anni e più!
Tessuti ricercati nel vero senso della parola quelli degli abiti firmati Cleofe Finati by Archetipo, se si pensa alla viscosa di bambù, alle sete tramate su catene gregge, alle mescole slegate, ai broccati sovrastampati… Per non parlare, poi, dei tanti accessori proposti: scarpe, fazzoletti da taschino, bretelle, gemelli, cinture, cilindri, coppole. Tutto si ispira al passato per rendere lo sposo un principe del presente. Grande importanza è stata data al colore blu, seguito dal grigio antracite e Castlerock, dal color inchiostro, tinte unite primarie in costruzioni compatte che alternano motivi geometrici e griglie. Immancabili segni di stile i cilindri, i bastoni e le coppole.
Uno sposo non convenzionale, che è in grado di indossare gli anfibi in tinta con gli abiti necessita di una sposa altrettanto non conformista: ecco, quindi, apparire donne opulente, fatte di strati di tessuto, di ruche e di colori energici.
Una sfilata evento che abbranca l’eccellenza e la rende nota a tutti. Non si può prescindere da essa, questo l’insegnamento lasciato da Archetipo! A buon rendere!

Lucia Nachira


Foto: Verardi Produzioni

Leggi anche:

ELISABETTA POLIGNANO, IL PERCORSO DEL SOLE
ELEGANTE E AUTENTICA COME UNA ROSA: LA SPOSA DI ROSANNA PERRONE
Nicole ruba il cuore anche a Venezia!
Comments
2 Responses to “ARCHETIPO: QUANDO L’ECCELLENZA DIVENTA STILE DI VITA”
  1. Stefania Vismara scrive:

    Cara Lucia,
    hai interpretato nell’essenza più “vera”
    il nostro sentire e il nostro creare, grazie per la tua
    sensibilita’.
    Ti ringrazio inoltre personalmente e aziendalmente
    delle tue parole.
    Un forte abbraccio da tutti “noi” del gruppo archetipo.
    Stefania

    • Lucia scrive:

      Cara Stefania,
      non potevo essere più felice per il vostro gradimento… La mia sensibilità si attiva quando incontra anime “simili”!
      Ringrazio te e voi per le esperienze sempre forti che mi fate vivere!
      Spero di rivedervi e riabbracciarvi presto.

      Con profonda stima,

      Lucia

Lascia un commento