Mercoledì, 22 Novembre 2017
SI SPOSA - Settimanale di informazione per gli sposi Anno 6° - Numero 44

Una sposa romantica per uno sposo opulento: Pat Maseda!

Share Button

Nel variegato universo dei produttori pugliesi ecco che appare Pat Maseda, brand putignanese doc, che per il 2016 ha deciso di puntare molto sulla sposa, senza tralasciare la raffinatezza dell’abito cerimonia uomo. Ritorno al romanticismo delicato e impalpabile per la sposa, con un tocco di contemporaneità nelle scollature accentuate soprattutto sulla schiena, volumi semi ampi e grandi balze. E lo sposo? Naturalmente non è da meno per Pat Maseda, che disegna abiti dal tocco originale, caratterizzati per il 2016 da stampe floreali e damascati luccicanti. Inserti preziosi completano i capi spalla, mentre i colori spaziano dal grigio al blu, dal rosso rubino al bianco avorio e al ghiaccio. Perché lo sposo deve sempre essere all’altezza di una sposa importante, come ci spiega Domenico Tria, titolare del marchio, in questa intervista:
Vedo che quest’anno avete ampliato molto la collezione di abiti da sposa…
Sì, è vero, d’altronde noi nasciamo nei primi anni Ottanta come produttori di abiti da sposa, è il nostro primo amore diciamo. Putignano, poi, ha rappresentato per oltre un ventennio la sposa, in Italia e nel mondo.
La sposa Pat Maseda è pensata romantica?
La sposa tecnicamente è un prodotto italo-meridionale! Da noi il matrimonio ha un ruolo fondamentale che vive nel sogno dell’abito da sposa… e il sogno è l’abito romantico! Ovviamente tutto cambia e la donna oggi vuole assolutamente primeggiare, essere protagonista, quindi predilige sì l’abito romantico, ma anche scollature vertiginose e trasparenze. Non siamo più di fronte alla sposina timida che doveva assecondare la suocera, oggi è solo la sposa a scegliere il proprio abito, anche perché ha trent’anni, è molto più consapevole e disinibita di un tempo. Le trasparenze e le scollature sono, quindi, richiestissime!
Questo vale anche per le seconde nozze?
Se devo essere sincero, oggi la mia soddisfazione più grande è proprio quella di vestire le spose in seconde nozze, perché in loro non c’è ansia, non c’è tensione, è tutto molto spontaneo e naturale, posso dire senza paura di incorrere in equivoci che le seconde nozze la donna se le gode davvero!
E l’uomo che fa?
Anche l’uomo oggi vuole differenziarsi, prima di tutto perché deve essere all’altezza non solo della sposa, ma anche della location scelta e del contesto in generale. È il segno dei tempi che cambiano… e noi continuiamo a seguire il tempo e a vestire gli sposi!
Il matrimonio oggi è tornato in voga?
Certamente! Pensavamo a un certo punto che il castello stesse crollando e invece abbiamo solo assistito a una trasformazione… il matrimonio si è arricchito, adesso non è più un matrimonio della famiglia, ma è il matrimonio delle famiglie, viene vissuto da tutti i componenti delle famiglie come minimo dodici mesi prima!

Lucia Nachira
Foto: Verardi Produzioni

Leggi anche:

America chiama Puglia: Paolo Fumarulo per Justin Alexander
Luccichii dal mondo Toi Spose
Amelia Casablanca è... Trendy Rock e Fashion Light
Lascia un commento